FANDOM


Hank Worden.jpg

Hank Worden

BiografiaModifica

Hank Worden (al secolo Norton Earl Worden) (Rolfe, Iowa, 23 luglio 1901 - Los Angeles, 6 dicembre 1992) è stato un cowboy americano diventato caratterista cinematografico all'epoca della Hollywood d'oro.

Formatosi presso la Stanford University e la University of Nevada come ingegnere, si arruola nell'esercito statunitense con l'intenzione di diventare pilota. Viene però bocciato alla scuola di volo e trova impiego, in giro per il Paese, come cowboy nei rodei. In uno di questi, il suo cavallo gli cade addosso e gli rompe il collo; a parte un leggero fastidio temporaneo, Worden non si renderà conto di esserselo rotto fino a vent'anni più tardi, quando glielo rivelerà un esame ai raggi-X.

Durante uno show al Madison Square Garden di New York, a Worden e al suo collega Tex Ritter viene proposto di esibirsi nello spettacolo di Broadway "Green Grow the Lilacs", da cui sarà tratto il successivo musical "Oklahoma!". Finito l'impegno teatrale, Worden diventa taxista a New York, poi lavora in un ranch turistico come guida lungo i sentieri del Grand Canyon.

L'incontro fortuito con l'attrice Billie Burke fa sì che lei raccomandi Worden ad alcuni produttori cinematografici. Il suo debutto come attore arriva con "La conquista del West" (Cecil B. DeMille, 1936). Nel frattempo, il suo amico Tex Ritter è diventato una star; Worden interpreta ruoli minori in alcuni dei suoi film. Una piccola parte nel film di Howard Hawks, "Ambizione" (1936, finito da William Wyler), gli vale come buono per ruoli minori in molte altre pellicole del cineasta, che tra l'altro lo consiglia caldamente a un altro regista: John Ford.

Worden diventa membro della cosiddetta "John Ford Stock Company", denominazione con la quale venivano indicato gli attori maggiormente usati dal regista (il più famoso di tutti, John Wayne), e da lui viene diretto dodici volte, tra film e sceneggiati televisivi. L'associazione con Ford significa l'associazione con John Wayne, e Worden appare in sedici film dell'attore. La collaborazione sia con Ford che con Wayne porta Worden a interpretare il ruolo che maggiormente gli darà lustro per il resto della sua carriera: il ruolo di Mose Harper, il matto, in "Sentieri selvaggi" (John Ford, 1956).

Le migliori performances di Worden derivano da film i cui registi hanno espressamente chiesto di lui. Alla carriera cinematografica si affianca quella televisiva, che prosegue anche dopo la morte di Hawks, Ford e Wayne. Il ruolo televisivo che maggiormente lo identificherà negli anni è quello de Il più vecchio inserviente del Great Northern, nello sceneggiato televisivo di David Lynch e Mark Frost, "I segreti di Twin Peaks" (1990-1991).

Nel 1992 è ospite e co-produttore con il regista Clyde Lucas di uno special indipendente di Nostalgia Channel e della PBS dal titolo "Thank Ya, Thank Ya Kindly". Lo special è un flashback sulla carriera di Hank Worden e presenta, come ospiti speciali, Clint Eastwood, Paul Hogan, Harry Carey jr., Ben Johnson, Frankie Avalon, Burt Kennedy e lo stuntman Dean Smith.

Rimasto vedovo, nel 1977, della moglie (Emma Louise Caton) con la quale aveva condiviso 37 anni della propria vita, Worden aveva condiviso la propria casa con l'attore Jim Beaver. Rimasto in salute fino al novantunesimo anno d'età, Hank Worden muore tranquillamente, il 6 dicembre 1992, durante un sonnellino pomeridiano nella sua casa di Los Angeles. Gli sopravvive la figlia, Dawn Henry, adottata già adulta da lui e dalla moglie anni prima.

FilmografiaModifica

Film con John WayneModifica

  • The Night Riders (George Sherman, 1939)
  • Ombre rosse (John Ford, 1939)
  • L'ultima conquista (James Edward Grant, 1947)
  • Il massacro di Fort Apache (John Ford, 1948)
  • In nome di Dio (John Ford, 1948)
  • Il Fiume Rosso (Howard Hawks, 1948)
  • The Fighting Kentuckian (George Waggner, 1949)
  • Un uomo tranquillo (John Ford, 1952)
  • Sentieri selvaggi (John Ford, 1956)
  • Soldati a cavallo (John Ford, 1959)
  • La battaglia di Alamo (John Wayne, 1960)
  • McLintock! (Andrew V. McLaglen, 1963)
  • Il Grinta (Henry Hathaway, 1969)
  • Chisum (Andrew V. McLaglen, 1970)
  • Rio Lobo (Howard Hawks, 1970)
  • Big Jake (George Sherman, 1971)
  • Cahill U.S. Marshal (Andrew V. McLaglen, 1973)

Altre apparizioniModifica

  • I toreador (Malcolm St.Clair & Stan Laurel, 1945)
  • Wagon Master (John Ford, 1950)
  • When Willie Comes Marching Home (John Ford, 1950)
  • Sugarfoot (Edwin L. Marie, 1951)
  • Il Grande Cielo (Howard Hawks, 1952)
  • Davy Crockett e i pirati (Norman Foster, 1956)
  • Sergeant Rutledge (John Ford, 1960)
  • One-Eyed Jacks (Stanley Kubrick / Marlon Brando, 1961)
  • Capobanda (Morton DaCosta, 1962)
  • Smokey and the Bandit (Hal Needham, 1977)
  • Un mercoledì da leoni (John Milius, 1977)
  • Filo da torcere (James Fargo, 1978)
  • Bronco Billy (Clint Eastwood, 1980)
  • Hammett (Wim Wenders & Francis Ford Coppola, 1982)
  • A trenta secondi dalla fine (Andrei Konchalovsky, 1985)
  • Un angelo da quattro soldi (1990)
  • I segreti di Twin Peaks (TV) (David Lynch & Mark Frost, 1990-1991)
  • Thank Ya, Thank Ya Kindly (special TV) (1992)

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale